Malopolska - perla della Polonia - Nasz Swiat
04
So, grudzień

Visita la Polonia

La regione Malopolska è situata nella parte meridionale della Polonia – tra le regioni Slaskie, Świętokrzyskie e Podkarpackie. Al sud confina con la Repubblica Slovacca.

La cattedrale di Wawel - CracoviaCracovia è la vecchia capitale della Polonia nonché sede dell’antica monarchia. La città pullula di storia e cultura. I turisti sono attratti soprattutto dal Wawel - il castello dove risiedevano i regnanti - e dalla Cattedrale.

Il vecchio quartiere ebraico di Kazimierz ricorda la parigina Mont - Martre mentre la moderna zona di Nowa Huta – risalente al periodo comunista – riporta alla memoria alcuni dei luoghi descritti nei libri di Orwell.

Questa è inoltre la regione natale di Papa Giovanni Paolo II. La sua Wadowice viene visitata annualmente da migliaia di turisti che non si lasciano sfuggire la pasticceria dove vengono prodotte le celebri “kremowki”, dolci di cui il Pontefice era particolarmente ghiotto.

La natura presente a Malopolska è molto varia. Al sud troviamo i monti Tatra, che nella forma ricordano le Alpi, I Beschidi si presentano come meno alti e ricoperti di foreste, i Pieniny attirano l’attenzione per le rocce presenti e per il fiume Dunajec che si può attraversare con apposite zattere. Numerose sono poi le grotte di origine giurassica dell’altopiano Krakowsko-Czestochowskie.

 

Il clima qui presente nonché l’abbondante presenza di acque minerali favoriscono la guarigione di diverse malattie. Molto utilizzate a scopo terapeutico sono anche le miniere di Wieliczka e di Bochnia.

Wieliczka insieme al Museo di Auschwitz dove hanno perso la vita milioni di persone durante la II Guerra Mondiale si è ritrovata a far parte della lista del Patrimonio Unesco.
La regione è particolarmente sensibile alle tradizioni. Durante le Festività Pasquali a Kalwaria Zebrzydowska vengono organizzate numerose processioni mentre a Natale un po’ ovunque si possono incontrare i “koledniki” – cantanti di pastorali. Nel mese di dicembre viene organizzato un concorso dedicato ai presepi di Cracovia.

Mete indimenticabili della regione Malopolska (Oggetti UNESCO)

Il centro storico di CracoviaIl lago Morskie Oko - Monti Tatra
Questa città con grande spessore storico, antiche mura e numerosi musei, fu residenza dei re polacchi e centro di diffusione culturale in tutto il Paese. Qui si trovano: il Castello di Wawel, sede e luogo d’incoronazione dei re polacchi; la Chiesa di Santa Maria (Kosciol Mariacki) con l’altare in legno, opera di Wit Stwosz di Norimberga; la Piazza del Mercato (Rynek Glowny), la più grande in Europa; il quartiere ebraico Kazimierz, anticamente città ebraica; l’Università Jagiellonica, la più antica in Polonia, che comprende il famoso Collegium Maius.

La Città Vecchia di Cracovia ha conservato intatto l’impianto urbanistico medievale, anticamente cinto da mura, al cui posto oggi sorge un parco dalla forma originale, chiamato Planty.

Delle antiche fortificazioni sono sopravvissuti soltanto alcuni frammenti della Porta Florianska, alcuni bastioni e l’imponente Barbacane. Il vero salotto di Cracovia è la Piazza del Mercato, della superficie di 4 ettari, ornata dalle Sukiennice (Mercato dei Panni), dalla Chiesa di Santa Maria (Kosciol Mariacki), dalla piccola chiesa di San Wojciech, dalla Torre del Municipio, e circondata da antichi palazzi, ognuno con una distinta genealogia.

Nelle strade che partono dalla Piazza del Mercato e che si trovano intorno al Rynek, è concentrata tutta l’importanza della città e l’irripetibile atmosfera che in essa si respira. E’ qui che sorgono preziosi monumenti architettonici – santuari, abbazie,palazzi, edifici universitari. Sempre in questa zona si trovano diversi musei che conservano reperti di grande valore artistico. Nei 36 musei di Cracovia si trovano circa 2 milioni di oggetti, ossia un quarto di tutto il patrimonio museale del Paese.

La Collina di Wawel è per la Polonia un luogo particolare, simbolo del glorioso passato e dell’antica potenza della Repubblica. Il maggior interesse è destato dal Castello Reale, in stile rinascimentale, costruito agli inizi del XVI secolo, che contiene ricche collezioni d’Arte. Tra gli oggetti più importanti sono considerati i 138 arazzi rinascimentali, realizzati nei laboratori tessili di Bruxelles.

L’incantevole Cracovia è visitata ogni anno da milioni di turisti che non solo ammirano la città e i suoi monumenti, partecipando alle diverse manifestazioni culturali, ma ne apprezzano le numerose attrattive , l’alto standard degli hotel, dei ristoranti, dei caffè e dei pub che si incontrano ad ogni passo.

Miniera di sale di Wieliczka - cappella sotterraneaLa Miniera di Sale di Wieliczka
Uno dei più antichi giacimenti minerari d’Europa, risalente al XIII secolo, nel corso dei secoli fu fonte di ricchezza per l’intero Paese; attualmente rappresenta uno dei più conosciuti e più visitati oggetti turistici. Nel corso dei 700 anni di sfruttamento della miniera di sale, sono stati scavati circa 300 km di cunicoli e duemila vani, fino alla profondità di 327 metri. La parte visitabile comprende un percorso turistico di 3,5 km, che passa attraverso oltre 20 “stanze” e cappelle.
Le cappelle splendidamente ornate, i suggestivi laghi sotterranei, le tracce conservate del lavoro dei minatori, offrono un’immagine completa del funzionamento di questa miniera attraverso i secoli.

I minatori di Wieliczka hanno lasciato numerose testimonianze del loro talento artistico con statue scolpite nel salgemma. Nei sotterranei della Miniera  di Sale vengono organizzate conferenze, banchetti, matrimoni, balli di Capodanno, manifestazioni sportive. Qui, dove si esibisce l’Orchestra dei Minatori e vengono allestite mostre di statue di sale, si trova persino un Centro Benessere sotterraneo, unico nel suo genere.

Oltre all’itinerario turistico di Wieliczka, è molto interessante il Museo delle Saline di Cracovia, Una parte della collezione è presentata in un’esposizione permanente, sotto terra e nel castello di sale. Qui si trovano oggetti davvero unici al mondo, come un gruppo di macchinari e di dispositivi minerari per il trasporto verticale e sotterraneo, sconosciuti nel resto d’Europa. Degni di attenzione sono anche gli oggetti d’artigianato, legati al passato della Miniera.

Il Campo di Concentramento di Auschwitz-Birkenau (Oswiecim-Brzezinka)
Luogo del martirio di milioni di persone durante la II Guerra Mondiale. E’ stato il più grande campo di concentramento creato da Hitler nell’Europa occupata, in cui vennero realizzati i piani di sterminio di interi popoli, principalmente Polacchi ed Ebrei. E’ difficile stabilire il numero delle vittime – si parla di circa 1 milione e 100 mila persone, di 28 diverse nazioni. La maggioranza delle vittime fu di origine ebraica, deportata qui da diversi Paesi.
Nel 1940 sorse il Campo di Concentramento di Auschwitz I, nelle vicinanze della città di Oswiecim. Il primo gruppo di deportati giunse nel Campo già nel Giugno del 1940.

Nell’antico Campo di Auschwitz si trovavano i “blocchi”ed il cancello con la scritta “Arbeit macht frei” ( Il lavoro rende liberi). In una parte dei blocchi ha sede il Museo Nazionale di Auschwitz-Birkenau, che raccoglie l’agghiacciante testimonianza del criminoso sterminio con effetti personali donati al museo, fotografie e documenti. Nella periferia di Oswiecim sorse, nel 1942, la seconda parte del Campo, cioè Birkenau, il principale centro di sterminio, il più grande cimitero al mondo.

Qui si conservano poche baracche e le rovine dei forni crematori. Al ricordo delle vittime è dedicato il Monumento Internazionale del Martirio, inaugurato nel 1967, in omaggio alle persone uccise.

Il Campo di Concentramento di Auschwitz-Birkenau è visitato da numerosi pellegrini, provenienti da tutto il mondo, oltre a capi di Governo, in occasione di visite ufficiali in Polonia.Ogni anno viene organizzata la “Marcia dei Vivi”, testimonianza di pace tra le nazioni.