Czas wolny - Nasz Swiat
01
Śr, grudzień

Wroclaw è stata ufficialmente proclamata Capitale Europea della Cultura 2016.
L’idea di eleggere una capitale europea della Cultura è nata nel 1985, durante il Consiglio Europeo dei Ministri della Cultura.


Vivace centro universitario, Wroclaw è ricca di eventi culturali internazionali che ne testimoniano l’attenzione rivolta all’arte, al teatro, alla musica, ai giovani.
L’attuale sindaco Rafał Dutkiewicz, ormai in carica da circa 10 anni, ha saputo in questo periodo concretizzare al meglio la fervente innovazione che caratterizza la città e i suoi cittadini.

Tra i festival internazionali di maggiore spessore troviamo il Festival Internazionale del Cinema “ Nowe Horyzonty” (21- 31 luglio 2011), nuovi orizzonti dell’espressione per “visionari del cinema”,  artisti senza compromessi provenienti da ogni parte del mondo.
Numerosi sono gli eventi dedicati alla musica, uno dei più importanti è il Festival Internazionale Wratislavia Cantans (2-18 settembre 2011) ideato dal compositore e direttore d’orchestra Andrzej Marchowski che ne diresse la prima edizione nel 1966, momento di incontro tra musica antica e moderna negli edifici storici della capitale della Bassa Slesia; il Wroclaw Jazz Festival che si svolge nel mese di marzo http://www.jnofestival.pl/ .

Davvero un weekend particolare quello di Poznan, dove il 10 e l'11 dicembre, nella Piazza del Mercato si svolgerà il Festival Internazionale delle Sculure di Ghiaccio, al quale prenderanno parte gli artisti più famosi provenienti da ben sette Paesi:
Canada Russia, Stati Uniti, Francia, Giappone, Serbia e Polonia. La gara più spettacolare vedrà i partecipanti cimentarsi in poco tempo nella realizzazione di una scultura che dovrà essere il più fedele possibile al modello di riferimento.


In realtà la vera e propria festa in attesa del Natale a Poznan inzierà già dal 6 dicembre e durerà fino al 22 dicembre, è la 12esima edizione dell'evento chiamto "La Betlemme di Poznan". Quest'anno gli organizzatori promettono l'allestimento di illuminazioni molto particolari, senza tuttavia svelarne i dettagli. Per scoprire cosa ci riserverà la città di Poznan dovremo attendere proprio il 6 dicembre.
Si parla comunque di un ricco programma artistico, di mercatini, della possibilità di degustare piatti e prodotti tipici nella magica atmosfera del presepe della Piazza del Mercato.

Poznan insieme a Varsavia, Danzica e Wroclaw è una delle città in cui verranno disputate le partite di EURO 2012.

 

Fonte: Sito dell'Ente Nazionale Polacco per il Turismo


La Polonia è un paese di prati e foreste. Le condizioni sono ottime per organizzare battute di caccia. La caccia ha sul posto una tradizione molto radicata. Tra la selvaggina cacciabile, presente ovunque e in grossi quantitativi menzioniamo le lepri, i cinghiali, caprioli e cervi, volpi, anatre, quaglie e fagiani.

Molto più rari alci, daini e mufloni. Le zone più ricche di selvaggina cacciabile si trovano al nord-est della Polonia (Masuri, Suwałki, Podlachia) dove abbondano soprattutto caprioli, cervi, daini.

Un’altra regione di interesse venatorio è quella dei Bieszczady. Le norme di leggi polacche impongono al cacciatore il possesso del porto d’armi e l’appartenenza alla Federazione Polacca della Caccia (Warszawa, ul. Nowy Świat 35, tel. +48 22 826 20 51). La licenza di caccia può essere rilasciata anche a uno straniero stabilmente residente nel paese. Nel caso di battute abbinate a un breve soggiorno in Polonia è bene rivolgersi alle agenzie specializzate in questo campo.

Le informazioni specifiche si possono ottenere presso una delle tante ditte organizzatrici delle battute di caccia o i Circoli della Caccia, il cui elenco si trova sulla pagina internet http://www.lowiecki.pl/kola_lowieckie.php

 

 

 

 

 

Wrocław è uno dei maggiori centri industriali, culturali, universitari e scientifici in Polonia. Almeno il 20% degli abitanti sono studenti. A Wrocław opera il più grande fondo leasing in Europa, rinomate aziende di elettrodomestici, informatiche, di trasporti e chimiche. Nel Parco Tecnologico operano aziende dell’high tech ; si sta sviluppando il centro d’informazione e servizi IBM. Rinomati festival artistici, spettacoli d’opera e teatrali, concerti di musica classica e moderna, stelle del panorama musicale internazionale arricchiscono durante tutto l’anno il calendario culturale della città.

Il famoso storico Norman Davies scrivendo di Wroclaw la chiamò “città microcosmo d’Europa”. Situata all’incrocio di vie commerciali ( tra queste, la Via Regia), Wroclaw attraverso i secoli crebbe facilmente in campo economico, culturale e scientifico. Condivise  anche la buona e cattiva sorte di questa parte d’Europa. Attinse dalla cultura tedesca, polacca, ceca ed ebraica. Sono entrati a far parte della storia della città i principi Piast, Re cechi e polacchi, imperatori di Prussia e Germania, commercianti, imprenditori, studiosi, artisti provenienti da diverse nazioni europee. La prosperità della città fu interrotta dalla II Guerra Mondiale. Nell’inverno del 1945 Wrocław ( che allora apparteneva alla Germania) per il 70% fu distrutta, alcuni quartieri furono rasi al suolo e gli abitanti sfollati. Conformemente alle conclusioni della Conferenza di Potsdam, la città venne concessa alla Polonia. I nuovi abitanti di Wrocław ricostruirono faticosamente la città ed oggi è ritornata nuovamente al suo antico splendore.




Wrocław:

abitanti - 632 000, superficie - 293 km²
budget – circa 1 miliardo di Euro (il secondo del Paese)
reddito medio -  circa 11 mila euro pro capite (50% in più del reddito medio del Paese)
crescita media del PIL - 10% annuo


Wrocław – zona tifosi


Nella piazza vicina al Rynek (Piazza del Mercato), chiamata Piazza Solny (del sale), nella quale anticamente veniva venduto il sale della miniera di Bochnia, è situata la Zona Tifosi. Circondati da edifici storici, alcune migliaia di tifosi potranno guardare le partite sui maxischermi, assaggiare la cucina regionale e assistere a concerti di stelle dalla musica pop e folk. Il centro storico è coperto dalla rete internet Wi-Fi (hot spot).

Lo stadio di Euro 2012 (via Michała Drzymały, Mastice)

Il nuovo stadio, classificato nella categoria “Elite”, appositamente costruito per i Campionati Europei di Calcio, è un’arena sportiva, un auditorium per concerti e un centro conferenze.
La copertura lucida in fibra di vetro che lo avvolge, dona all’edificio leggerezza e trasparenza.
Uno speciale sistema di illuminazione offre la possibilità di cambiarne il colore secondo le esigenze del momento.. Nell’edificio si trovano delle sale conferenze, un business club, bar e numerosi punti gastronomici, discoteche, un casinò, una palestra e un negozio di souvenir.
Sul terreno dello stadio è possibile pagare usando bancomat e carte di credito.


Lo stadio di Euro 2012:
l’edificio dello stadio è di sei piani, lunghezza: 272 m, larghezza: 224 m, altezza: 39 m, superficie della copertura: 38 000 m2
misure del campo da gioco: 68 x 105 m, superficie in erba naturale
capacità: 42 000 spettatori, tra questi: 204 posti per disabili, 1738 posti in classe business, 218 posti VIP
progetto: J.S.K Architetti
distanza dalla prima fila del pubblico all’area di gioco: 7 m



Fonte:Wrocław 2012 sp.z o.o

Calendario delle partite del gruppo A  -Wrocław:

8 giugno – ore 20:45

12 giugno – ore 18:00



16 giugno – ore 20:45 ( giocherà la Polonia)



Il calcio di Wrocław


Nel 1982 inizia la storia del calcio di Wrocław, che allora faceva parte della Germania (Breslau, nome tedesco della città). A quei tempi giunse in città l’allenatore inglese Tom Dutton che insegnò agli sportivi di Wrocław le regole del nuovo gioco. Nello stesso anno venne giocata la prima partita in uno stadio lungo 150 m. e largo 75m. Il primo club di Wrocław che si aggiudicò il campionato nel 1903 fu l’FC Breslau. Nella Wroclaw polacca (dopo il 1945) il più vecchio e conosciuto club calcistico è lo Śląsk Wrocław, fondato nel 1946, prima col nome di Pionier e più tardi Legia Wroclaw. Il club allora apparteneva all’Esercito Polacco. Lo Śląsk ha vinto il campionato una volta (1972) e due volte si è classificato II (nel 1976 e nel 1987). Nelle coppe europee ha raggiunto il III turno. Attualmente gioca nella serie maggiore.



Tra una partita e un’altra…

Wrocław è ricchissima di architettura e monumenti di epoche diverse: dal gotico e dal barocco fino agli edifici del modernismo. Attraversata da una rete di canali, formati dal fiume Oder e dai suoi affluenti, con oltre 100 ponti, si può visitare stando sulla terraferma o seguendo in battello i corsi d’acqua. Uno dei simboli più caratteristici della città è il Ponte Grunwaldzki. Costruito nel 1910, fu  all’epoca uno dei più grandi ponti al mondo.

Da non perdere...

La medievale Piazza del Mercato (XIII secolo, dimensioni: 207 x 175m.) è circondata da edifici storici di diverse epoche e costruiti in diversi stili in cui oggi sorgono eleganti caffè, ristoranti ( anche per vegetariani) , pasticcerie, librerie e negozi di artigianato. Nel seminterrato di uno di questi antichi edifici era attivo il Teatro Laboratorio di Jerzy Grotowski, attualmente occupato da un centro che si occupa di analizzare le sue opere. Al centro della Piazza si trovano quattro edifici mercantili, il Mercato dei Panni (Sukiennice) e due edifici del municipio. Qui si trovano negozi di artigianato, ristoranti e una famosa birreria del XIV secolo, la Piwnica Świdnicka, che oggi accoglie un ristorante.
Nella Piazza del Mercato nel 2009 è stato stabilito un record da Guinnes dei Primati: 6346 chitarristi hanno suonato contemporaneamente il noto pezzo di Jimi Hendrix, Hej Joe.


Il Municipio (Ratusz) gotico.


Il Municipio in stile gotico, simbolo della città, è considerato una delle massime espressioni dell’arte e dell’architettura medievali. All’interno del Municipio si trova il Museo dell’Arte Cittadina e qui si svolgono gli eventi più prestigiosi della città. Nella torre del Municipio ( 66 m. di altezza) si trova un orologio a campana del 1368, il più antico in Polonia. Su un lato della Piazza del Mercato (davanti alla chiesa di Santa Elisabetta) si trovano due palazzi in miniatura, uniti da una porta ad arco, affettuosamente conosciuti come “Jaś e Małgosia”; illustrano l’originale architettura della città del XVI secolo. All’ingresso del palazzo Jaś si trova un’entrata simbolica al Museo dei Nani… Piccole statue di nani in bronzo si trovano un po’ ovunque nel centro storico, collocate nei posti più impensabili.


I musei nelle vicinanze della Zona Tifosi


Museo Cittadino, Rynek, Sukiennice 14,
Museo dell’Architettura, via Bernardyńska 5, 
Museo Nazionale, Piazza Powstańców Warszawy 5, 

Omaggio alla semplice azione


A pochi metri dalla Piazza del Mercato, tra via Kiełbaśniczą e via Odrzańską, nelle antiche macellerie (Stare Jatki) gli artisti hanno le loro gallerie d’arte, d’artigianato e bigiotteria. Qui è possibile vedere l’unica statua dedicata agli animali da macello; una semplice targa con la scritta “1+1=2”… la cosa più semplice e  importante per lo sviluppo delle attività culturali.

L’isola più antica

Su Ostrów Tumski, un tempo isola sul fiume Oder, si è conservato il clima medievale della città, tra le alte mura delle chiese gotiche. In questo luogo sorse il borgo da cui nacque la città. E’ più bello venire qui di sera, quando i vicoletti sono illuminati dalle caratteristiche lampade a gas.

Il Parco Szczytnicki

Il Parco Szczytnicki (superficie: 100 ha), istituito nel XVIII secolo, è un vero capolavoro della natura (400 specie di alberi e piante) e della cultura. All’inizio del XX secolo all’interno del parco è sorta la famosa Hala Ludowa (Palazzo del Popolo) nel1913, e nel 2009 la fontana multimediale. Accanto a queste meraviglie dell’architettura e della tecnica si trova il Giardino Giapponese, opera di maestri della delicata arte dell’armonia che concilia il genio della natura con l’estetica dei progetti.

Il Palazzo del Popolo ( per l’intrattenimento e per lo sport) è stato costruito nel 1913 secondo il progetto dell’architetto tedesco Max Berg con una caratteristica innovativa a livello mondiale: la copertura a cupola in cemento armato, con una circonferenza che all’epoca della costruzione era raggiunta solo da strutture in acciaio. Diametro della cupola: 67 m, altezza: 42 m., capacità: 10.000 persone. Dal 2006 il Palazzo del Popolo è stato iscritto nella lista UNESCO col nome di Hala Stulecia (Palazzo del Centenario).

Informazioni utili


Gli hotel di Euro 2012

I tifosi di Euro 2012 troveranno a Wrocław 30mila posti letto in hotel di 3, 4 e 5 stelle, in appartamenti, camere in affitto, ostelli, case dello studente e campeggi. Oltre 23mila posti letto in hotel e appartamenti nei dintorni della città, a non più di due ore di strada.

Aeroporto Internazionale Niccolò Copernico – www.airport.wroclaw.pl

L’Aeroporto Internazionale accoglie ogni anno oltre 2 milioni di passeggeri. I collegamenti più importanti: Copenhagen Oslo, Parigi, Bruxelles, Dublino, Eindhoven, Stoccolma e alcune città della Germania, della Gran Bretagna e dell’Italia. Localizzazione: 13 km dal centro, via Skarzynskiego, tel.             +48 71 358 11 00      

Informazioni Turistiche
Rynek (Piazza del Mercato) 14, tel. +48 71 344 31 11,

 

cell.  +48 663 888 725,

www.wroclaw-info.pl

Wrocław su Internet

www.wroclaw.pl ; www.convention.wroclaw.pl ; www.2012.wroc.pl

FONTE:

 

 

 

 

 

 


 

Accedendo al sito dell'Ente Nazionale Polacco per il Turismo è possibile scarire direttamente le brochure informative in formato pdf, utili per chi desidera progettare al meglio il proprio viaggio o per coloro che non conoscono ancora la Polonia.

Nel frattempo si può fare anche  una bella passeggiata virtuale.

Per sapere di più: Ente Nazionale Polacco per il Turismo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 29 settembre al 2 ottobre 2011 nella splendida Varsavia si svolgerà il Festival "La Folle Journée /Giornate di Musica Folle 2011,  uno dei più grandi eventi internazionali dedicato alla musica classica e all'energia che essa può trasmettere coinvolgendo non soltanto un pubblico colto, ma chiunque, indipendentemente dall'età o dai gusti musicali.

In soli 4 giorni, ben 70 concerti con la partecipazione di 400 artisti.

Particolari anche i prezzi dei biglietti: 5, 7, 10 zloty (da poco più di 1 euro a circa 3 euro).
Questa edizione della manifestazione è intitolata "I Titani" con riferimento ai grandi compositori Brahms, Mahler, Liszt, Strauss, Szymanowski e alle loro opere.

Per maggiori informazioni:
http://www.szalonednimuzyki.pl/ http://www.follejournee.pl/

Źródło: