Tradizioni pasquali in Polonia - Nasz Swiat
07
Wt, grudzień

Visita la Polonia

La Pasqua è una festività particolarmente sentita e importante in Polonia, essendo da una parte un momento importante per la tradizione e le celebrazioni cristiane e dall’altra conservando per l’occasione usi e costumi tradizionali e talvolta folkloristici. Colori, sapori e piccole usanze tipiche creano in questo periodo un’atmosfera veramente unica.


Le palme

La Settimana Santa inizia con la Domenica delle Palme (Niedziela Palmowa). Le palme in Polonia, differentemente che in Italia, sono molto lavorate con rametti di salice, fiori, nastri e piume colorate. A Lipnica Murowana, ogni anno si svolge un concorso che prevede premi in denaro per la palma più bella. Anche a Lyse (paese che dista 200 Km da Varsavia) per  la gran parte dell’anno i cittadini si preparano per partecipare alla gara che premia in denaro la palma meglio decorata.

 


Via Crucis

Il Venerdì Santo è il giorno in cui si commemora la passione di Cristo e si narra la Via Crucis. Le chiese rimangono aperte al pubblico fino al termine della messa di Pasqua affinché la gente possa vegliare sulla tomba di Cristo. La più famosa e la più antica Via Crucis in Polonia si tiene a Kalwaria Zebrzydowska (http://www.polonia.travel/it/santuari-e-luoghi-di-culto/il-parco-religioso-e-paesaggistico-di-kalwaria-zebrzydowska), una piccola ma caratteristica città nella Polonia meridionale, nella Regione Malopolska. Il percorso riprendente la morfologia di Gerusalemme, con le sue 28 stazioni, e si articola tra le cappelle poste sulle collinette circondanti. Il rito pasquale che si ripete da secoli riesce ad attirare decine di migliaia di persone che accorrono da ogni parte d'Europa.



          

Pisanki, le uova decorate

La tradizione delle uova decorate a mano è antica e radicata, al punto che esistono artisti che svolgono solo questo mestiere. Le tecniche di decorazione sono svariate, infatti, accanto alle più famose “pisanki”, dipinte e decorate a mano, spesso stendendo la cera calda con l’aiuto di un legnetto o di un ago e poi immergendo l’uovo nella vernice in modo da ottenere misteriosi disegni, ci sono anche le “wydmuszki” che si fanno, invece che con delle uova sode, con gusci svuotati; ci sono anche le “kraszanki”, tinte in un’infusione di cipolla a buccia gialla e decorate con la lana colorata. Le pisanki costituiscono un simbolo pasquale tipico,  vengono lavorate in casa sia dai grandi che dai piccini per poi venir scambiate. Si crede che l’usanza risalga al X secolo e fu iniziata da Santa Maddalena. Le pisanki sono simbolo di vita, giovinezza e forza.

Continua a leggere sul SITO DELL'ENTE NAZIONALE PER IL TURISMO